Aterosclerosi

Che cosa causa l’aterosclerosi?

L’aterosclerosi è comune. È più comune nelle persone con più di 65 anni e in quelle con una storia familiare di malattie cardiache o circolatorie.

Il materiale grasso chiamato ateroma (o placca) si accumula nel rivestimento delle pareti delle arterie e restringe le arterie. Nel corso del tempo questo può accumularsi fino a quando le arterie diventano così strette che non possono far passare abbastanza sangue.

Come può l’aterosclerosi influenzare il mio cuore?

Nel tempo, l’aterosclerosi può portare a:

  • Angina-di solito un dolore o disagio al petto. Questo accade quando il muscolo cardiaco non riceve abbastanza sangue.
  • Attacco di cuore-se il materiale grasso si rompe e si forma un coagulo di sangue, può bloccare completamente l’arteria e interrompere la fornitura di sangue al cuore. Questo è un attacco di cuore.
  • Ictus – quando abbastanza sangue non può arrivare al cervello. Se l’afflusso di sangue è limitato per un breve periodo, questo può causare un mini-ictus (chiamato TIA). Se il materiale grasso si rompe e si forma un coagulo di sangue, può bloccare completamente l’arteria.
  • Malattia arteriosa periferica – o PAD) – quando abbastanza sangue non può arrivare ai muscoli delle gambe. Ciò può causare dolore ai polpacci, ai fianchi, ai glutei e alle cosce, di solito quando si cammina o si esercita.

Quali sono i sintomi dell’aterosclerosi?

La maggior parte delle persone con aterosclerosi non sanno di averlo. Non si può sentire alcun sintomo in un primo momento. La maggior parte dei sintomi di aterosclerosi non si presentano fino a quando una delle arterie è bloccata.

I sintomi più comuni di aterosclerosi includono:

  • dolore toracico
  • dolore in uno qualsiasi degli arti, dove potrebbe esserci un’arteria bloccata
  • difficoltà respiratorie
  • affaticamento
  • confusione, a causa del sangue che non scorre al cervello
  • muscoli deboli.

Come viene diagnosticata l’aterosclerosi?

Il medico le farà alcune domande e potrà inviarle esami come:

  • un esame del sangue, per controllare il colesterolo
  • una TAC
  • un angiogramma coronarico
  • un ECG
  • un ECG da sforzo.

Come viene trattata l’aterosclerosi?

Non ci sono trattamenti che possono fermare o invertire l’aterosclerosi. Ma ci sono farmaci e trattamenti che possono rallentare il suo progresso e abbassare le probabilità di avere un infarto o ictus. Il medico le dirà di quale trattamento potrebbe aver bisogno.

Questi possono includere:

  • medicinali per il diabete, la pressione alta o per ridurre il rischio di coaguli di sangue.
  • cambiamenti di stile di vita
  • un’angioplastica coronarica
  • chirurgia di bypass coronarico.

Avere uno stile di vita sano e gestire eventuali fattori di rischio che si possono avere è importante.

Cosa aumenta il mio rischio di aterosclerosi?

Le cose che aumentano il rischio di sviluppare aterosclerosi sono le stesse di altri tipi di malattie cardiache e circolatorie.

Ci sono molte cose che potete fare per essere sani e ridurre il rischio:

  • mangiare sano
  • essere fisicamente attivi
  • mantenere un peso corporeo sano e perdere peso, se necessario.
  • non fumatori
  • ridurre l’alcol
  • controllare la pressione arteriosa alta
  • controllo i livelli di colesterolo
  • controllo dei livelli di zucchero nel sangue (se ha il diabete).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.