Cause di affaticamento al lavoro e come trattare con esso

  • inBlog , Risorse umane da David Wilkinson
  • |
  • 1 commenti

Perché alcune persone soffrono di più per la stanchezza per il lavoro di altri?

Uno studio pubblicato sull’International Journal of Stress Management esamina perché alcune persone soffrono di stanchezza e esaurimento sul lavoro e sentimenti negativi a casa. Lo studio approfondito ha seguito e monitorato 74 infermieri su diversi cicli di turni al lavoro e ha anche monitorato i loro comportamenti e l’umore a casa.

Ricerca Slip

la ricerca briefing, infografica, ricerca video briefing e più

la Fatica al lavoro che a casa

Quello che i ricercatori hanno scoperto che gli infermieri, che ha accusato la stanchezza per il lavoro, inoltre, avevano livelli significativamente più elevati di esaurimento a casa e sono molto più probabilità di soffrire di sentimenti negativi in generale. Questo effetto “effetto negativo” era particolarmente evidente per questi lavoratori di notte. Eventuali problemi con il sonno hanno esacerbato questi problemi.

La differenza tra stanchezza, spossatezza e stanchezza

la Stanchezza è una condizione medica cronica che include la stanchezza cronica è caratterizzata da un intenso sentimento di bassa energia fisica e mentale e bassi livelli di motivazione, che è a volte accompagnata da sonnolenza, in modo tale che il paziente trova davvero difficile svolgere le attività quotidiane. La fatica è accompagnata da difficoltà di concentrazione, ansia, diminuzione graduale della resistenza, difficoltà a dormire e maggiore sensibilità alla luce. Le persone affaticate saltano spesso impegni sociali che una volta erano considerati importanti per loro.

L’esaurimento d’altra parte è caratterizzato da confusione, delirio, intorpidimento emotivo, improvvisa perdita di energia, difficoltà a rimanere svegli così come a dormire e completo ritiro sociale.

La stanchezza è condizione a breve termine per cui le persone hanno ancora un bel po ‘ di energia, ma sono inclini a sentirsi smemorati e impazienti e possono sperimentare debolezza muscolare dopo il lavoro, che è spesso alleviato dal riposo.

Capacità di regolazione delle emozioni

Durante il test, tutte le infermiere che soffrivano di esaurimento emotivo e stanchezza sul lavoro, avevano anche difficoltà generali con la regolazione delle emozioni (la capacità di alterare le nostre emozioni, consapevolmente e a volontà). Molti stavano usando quelle che vengono definite strategie di regolazione delle emozioni disadattive come mangiare troppo, un maggiore consumo di alcol e simili.

Quei lavoratori che non soffrivano così tanto di stanchezza tendevano ad avere e ad usare strategie pratiche di regolazione delle emozioni.

Questo legame con difficoltà nella regolazione delle emozioni e stanchezza / non sentirsi bene in generale è stato trovato in studi simili. Ora viene riconosciuto che la capacità di regolazione delle emozioni è un’abilità primaria sul posto di lavoro.

Strategie per affrontare la fatica sul lavoro

I ricercatori hanno inoltre scoperto che una serie di strategie può aiutare a ridurre gli effetti dell’effetto negativo:

1. Supporto collaboratore

2. Apprendimento delle tecniche di regolazione cosciente delle emozioni

3. Tecniche di rilassamento

Ancora una volta l’attenzione sullo sviluppo di strategie di regolazione delle emozioni/resilienza sta mostrando risultati.

Riferimento-disponibile per i membri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.