Cosa sono i carboidrati e a cosa servono?

I carboidrati sono componenti alimentari che non dovrebbero mancare nella dieta di nessun individuo, essendo responsabili della fornitura di energia al nostro corpo, con enfasi sul sistema nervoso e sul nostro cervello.

Sono così importanti per mantenerci in buono stato di salute che la loro mancanza può causarci sintomi fastidiosi e scomodi come vertigini, mal di testa o aritmie, tra gli altri.

Che cosa sono i carboidrati?

I carboidrati, noti anche come carboidrati, carboidrati o saccaridi, sono molecole composte da carbonio, idrogeno e ossigeno. La sua funzione principale è quella di fornire energia.

Queste molecole necessarie possono essere ottenute da piante e latte, da dove provengono. Cereali (mais, grano, avena, riso o miglio, tra gli altri), legumi, frutta e verdura, tuberi e radici sono piante che contengono carboidrati e non dovrebbero mancare in nessuna dieta.

Quali tipi ci sono?

In linea di massima, possiamo dire che ci sono carboidrati di rapida assimilazione e quelli di rapida assimilazione. Vediamo come differiscono:

Assimilazione rapida

Semplice

Chiamati anche monosaccaridi, sono quelli che hanno un sapore dolce. Il cibo è solitamente piccolo. A loro volta, si distinguono diversi tipi:

  • Fruttosio: è il più dolce. Può essere trovato nel miele e in alcuni frutti, come datteri o lime.
  • Glucosio: è il più importante per le cellule, i muscoli e soprattutto per il cervello. Può essere trovato in verdure e uva.
  • Galattosio: si trova principalmente nelle cellule del fegato per produrre glucosio da esso, nelle ghiandole mammarie per produrre lattosio e nelle membrane cellulari.

Complessi

Chiamati anche disaccaridi, sono quelli che sono composti da due monosaccaridi uniti tra loro. Non possono essere assimilati direttamente, quindi il corpo deve separarli dall’amilasi-enzima digestivo-per digerirli. Esistono diversi tipi:

  • Lattosio: è lo zucchero del latte. È dolce, ma meno del saccarosio.
  • Saccarosio: è ottenuto dalla canna da zucchero e dalla barbabietola. È spesso usato come dolcificante nel caffè o nei dessert.
  • Maltosio: presente nei semi.

Assimilazione lenta

Assimilazione lenta I carboidrati sono formati dal legame di diversi monosaccaridi, quindi sono anche complessi. All’interno di questo gruppo, i principali sono:

  • Amido: noto come amido, lo troviamo in patate, cereali, legumi…
  • Glicogeno: serve come riserva negli animali, comprese le persone. Si trova nel fegato e nei muscoli.

A cosa servono i carboidrati?

Hanno molteplici usi, che sono:

  • Energia: questi componenti alimentari sono utilizzati dal corpo come fonte di energia. Abbiamo bisogno di loro per vivere e anche per essere in grado di muoversi. Inoltre, sono molto importanti per il buon funzionamento del cervello.
  • Il cervello riceve glucosio: questo organo essenziale, che lavoriamo quotidianamente, ha bisogno di glucosio per poter svolgere funzioni basilari come la lettura.
  • Migliorare l’umore: ci sono diversi alimenti, come pasta, cereali, riso e pane che hanno vitamina B, che serve per essere tranquillo/a. Ma non è tutto: i carboidrati contribuiscono all’assorbimento del triptofano, che è un amminoacido correlato alla produzione di serotonina, un neurotrasmettitore responsabile della regolazione dell’umore.
  • Si arriva ad avere una salute migliore: dal momento che gli alimenti che li contengono, contengono altri nutrienti come vitamine o fibre, che sono essenziali per avere una buona salute.

Chetosi o mancanza di carboidrati

Ultimamente le diete a basso contenuto di grassi e basso contenuto di carboidrati sono diventate di moda, senza tener conto dell’importanza di questi componenti alimentari per la salute, e non solo per questo, ma anche per la vita.

Se non mangiamo abbastanza carboidrati, faremo entrare il corpo nella chetosi. Cosa significa questo? Che il corpo brucia i grassi da usare come energia. Questo anche se in un primo momento può essere OK per perdere peso, è pericoloso se non sappiamo come controllarlo.

Quando si mangia una dieta a basso contenuto di carboidrati, la quantità di glucosio nel sangue è ridotta al minimo, e quando non c’è molto, il corpo rilascia insulina per tornare ai normali livelli di zucchero, ma poiché non ci sarà molto, il corpo tirerà la riserva di energia per generare glicogeno, cioè il grasso corporeo.

Questo grasso sarà trasformato dal pancreas in corpi chetonici sintetizzando un ormone chiamato glucagone, con conseguente rilascio di corpi chetonici. Nel caso in cui la situazione duri per diversi giorni, questi chetoni si accumulano nel sangue e vengono rilasciati per bocca e urina.

Sintomi di chetosi

I sintomi non sono affatto piacevoli. Puoi avere:

  • mal di testa
  • Stanchezza o fatica
  • Bocca asciutta
  • la Sensazione di sete per tutto il tempo
  • le Mani fredde e piedi freddi
  • Nausea
  • mal di stomaco
  • disturbi del sonno
  • Gusto metallico in bocca
  • perdita di appetito
  • Aritmie
  • la Perdita di muscolo

quanti grammi di carboidrati di cui abbiamo bisogno ogni giorno?

La quantità di cui abbiamo bisogno è dal 45 al 65% delle calorie giornaliere totali, cioè se consumiamo 2000 calorie/giorno, tra 900 e 1300 di queste devono provenire da carboidrati, che sarebbero tra 225 e 325 grammi/giorno.

E il gioco è fatto. Speriamo che ora sappiate di più sui carboidrati e sulla loro funzione nel corpo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.