Sedano: Perché?

Perché gli esseri umani hanno iniziato a coltivare il sedano? È a basso contenuto calorico e, si potrebbe obiettare, a basso sapore. Abbiamo chiesto ad alcuni esperti all’incrocio tra botanica e antropologia di condividere le loro migliori ipotesi. Cora Niele / Getty Images hide caption

toggle caption

Cora Niele/Getty Images

Perché gli esseri umani hanno iniziato a coltivare il sedano? È a basso contenuto calorico e, si potrebbe obiettare, a basso sapore. Abbiamo chiesto ad alcuni esperti all’incrocio tra botanica e antropologia di condividere le loro migliori ipotesi.

Cora Niele/Getty Images

Sedano, l’uomo dritto mite del mondo vegetale, confezioni un gracile sei calorie per gambo e-a mio parere — circa tanto sapore come una lampada da tavolo. Eppure, nonostante i suoi limiti, la pianta fibrosa è presente nelle civiltà mediterranee e dell’Asia orientale per migliaia di anni.

Il paradosso mi ha perplesso abbastanza che ho chiamato un gruppo di specialisti all’incrocio tra botanica e antropologia per scegliere il loro cervello. Hanno condiviso le loro migliori ipotesi su come il sedano si è intrufolato nelle nostre diete.

“Il sedano è strano, giusto?”dice il botanico Charles Davis dell’Università di Harvard. “Un’altra cosa che mi ha sempre sconcertato delle ombrellifere è che la maggior parte delle specie sono malvagiamente velenose.”Socrate è notoriamente morto consumando cicuta d’acqua, un membro di quella famiglia.

Il sedano selvatico è originario dell’area mediterranea, secondo Davis, sebbene resti archeologici provenienti dalla Svizzera abbiano suggerito che gli esseri umani trasportassero semi di sedano già nel 4.000 a. C. Un’altra varietà di sedano chiamato “smallage” era presente in Cina già nel 5 ° secolo. L’aroma forte può aver potenziato l’appeal delle varietà del Mediterraneo e dell’Asia.

Ma gli appassionati di sedano di un tempo probabilmente non lo stavano sgranocchiando per gusto, secondo Carlos Quiros, un genetista vegetale emerito dell’Università della California, Davis. Dice che le persone in Egitto, Roma e Cina usavano la pianta selvatica in medicina per una sfilza di disturbi, ma “di solito per i postumi di una sbornia o come afrodisiaci.”(Cuori solitari attenzione: non ci sono prove mediche che il sedano aiuti con entrambi. I Greci e i Romani favorirono le foglie di sedano selvatico per tessere corone di vittoria per gli atleti, dice Quiros, come fecero gli egiziani. Infatti, gli archeologi hanno scoperto una corona di sedano nella tomba di Tutankhamon.

In base alle mie conversazioni, sembra che la coltivazione culinaria del sedano sia iniziata probabilmente nel 1600 in Italia o in Francia. L’orticoltore Joe Masabni, del Texas A & La scuola di estensione della M University, ipotizza che i sapori mediterranei abbiano assistito alla grande rottura di celery.

“Fai saltare qualsiasi cosa con l’olio d’oliva, e ha un buon sapore”, dice Masabni, che pensa che anche il sedano possa essere servito come cibo di riempimento, per” rinforzare ” i pasti, per così dire. “Ai vecchi tempi, prendi il pollo e nutre una persona. Ma prendi un pollo e aggiungilo alla zuppa con un sacco di verdure, e puoi nutrire un’intera famiglia.”Davis pensa che durante questo periodo, gli europei hanno iniziato la selezione per croccante, succulenti steli, mentre i cinesi coltivato una varietà leafier, che oggi caratterizza in zuppe e sautes come “sedano cinese.”

C’è qualche dibattito su quale individuo prima cresciuto sedano negli Stati Uniti, ma sappiamo che la coltivazione è iniziata nel Michigan alla fine del 1800. Il raccolto è cresciuto bene nelle estati miti dello stato, e gli immigrati olandesi nella zona colto l’opportunità di coltivare la verdura per un mercato americano sedano-curioso. Oggi l’americano medio consuma sei chili di sedano all’anno, UC Davis’ Quiros dice.

Sebbene i detrattori critichino i gambi acquosi per la blandezza culinaria, il sedano ha alcuni devoti.

“Amo il sedano. È fantastico”, dice Robin Willis, un bibliotecario di Frederick, Md. “Sono un grande fan degli alimenti che scricchiolano,quindi il sedano è proprio lì. E puoi immergerlo nella roba.”Chiama anche il sedano l’eroe non celebrato delle zuppe, infondendo un sapore sottile ma critico.

Ma come la Gioconda o i Giardini pensili di Babilonia, il sapore del sedano sembra sfidare la descrizione. Quando viene premuto per descrivere il sedano in termini musicali, il direttore generale della cooperativa di promozione del Sedano del Michigan, Gary Wruble, ha paragonato l’ortaggio al rock classico. “Non lo so perché”, dice. “È il mio genere preferito.”

“In realtà sono un grande fan del sedano”, afferma l’etnobotanista Thomas Carlson dell’Università della California, Berkeley. Canta le lodi delle fibre vegetali, che dice aiutare la digestione. Ha anche cercato di conquistarmi con il seme di sedano. “Nelle ultime due settimane”, dice Carlson, ” L’ho mangiato in diversi pasti, ed era piuttosto gustoso.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.